La profezia del Natale che arriva dal Calendario Maya: nulla di buono. Cosa potrebbe accadere tra il 25 e il 31 Dicembre

La profezia di Natale è frutto di un errore di calcolo fatto... I Maya avevano sbagliato indicando il 2012 come l'anno dell'apocalisse?
- - Ultimo aggiornamento
loading

L’ormai lontano 2012 è ricordato anche per la nota profezia Maya, che aveva previsto una distruzione della nostra civiltà che alla fine non si è mai verificata.

LEGGI ANCHE : — Albert Einstein lo aveva detto sulla Terza guerra Mondiale: la previsione terribile. Siete pronti al peggio?

A distanza di 10 anni, c’è chi è convinto che la profezia è stata vittima di un errore di battitura e che la fine del mondo ci sarà, ma nel 2022. Alcuni studi approfonditi svolti in America Latina avrebbero portato alla luce l’errore e l’apocalisse sarebbe dunque attesa tra il 21 giugno e il 31 dicembre di quest’anno, e alcuni l’hanno soprannominata la “profezia di Natale”. A fare paura, dunque, sono i giorni tra il 25 e il 31 dicembre.

A riportare la notizia è stato il Messaggero e in tanti ora stanno cercando di capire se c’è realmente da preoccuparsi, dopo aver vissuto una pandemia mondiale e lo scoppio della guerra tra Russia e Ucraina.

Tuttavia, se consideriamo i Maya come un grande popolo di matematici e osservatori, la data della fine del mondo, indicato come “lungo computo” potrebbe semplicemente rappresentare l’inizio di una nuova era, di un nuovo ciclo.

Foto: Kikapress