Il buco nero da record, divora un Sole al giorno: come si è formato?

Foto
Ha una fame da record il buco nero J2157: un team di scienziati internazionale ha scoperto che 'mangia' al giorno una massa pari a quella del Sole.
- - Ultimo aggiornamento
loading

In una galassia lontana c’è un buco nero molto affamato: ‘Non sappiamo come si è formato‘ spiegano gli esperti, ma la sua fame è da record. Ogni giorno divora una massa pari a quella del Sole.

Il buco nero da record, divora un Sole al giorno: come si è formato?

Leggi anche: >> SCOPERTO IL PRIMO “PIANETA NUDO” FUORI DAL NOSTRO SISTEMA SOLARE: SI VEDE IL SUO NUCLEO PRIMORDIALE, ECCOLO

E’ più grande di quello scoperto all’interno della nostra galassia, e ha una fame da record. Si chiama J2157 è stato scoperto nel 2018 e ha una massa pari a 34 miliardi di soli. A determinare la ‘carta d’identità’ di questo cuore di tenebra, è stato un team di ricercatori internazionali dell’Università Nazionale Australiana, coordinato dal professor Christopher A. Onken. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society.

Questo ‘mostro galattico’ si trova a miliardi di anni luce dal Sistema Solare e si è formato quando l’Universo era molto giovane. Gli scienziati tuttavia non sanno come si sia formato.

“Si tratta di uno dei più grandi e più voraci buchi neri dell’universo e non sappiamo ancora come si è formato – ha spiegato Onken. – E’ come se il buco nero al centro della nostra galassia divorasse due terzi delle sue stelle. Siamo molto eccitati, perché questo buco nero potrà aiutarci a imparare molto sulla galassia in cui si sta accrescendo”.

Leggi anche:>> SCOPERTO UN BUCO NERO NELLA VIA LATTEA: NON DOVREBBE ESSERCI 

Sebbene sia un buco nero da record per la sua fame, non il più massivo in assoluto. Ad avere il primato è quasar TON 618 con 66 miliardi di masse solari.

Crediti foto@Shutterstock

Guarda la photogallery
Un buco nero con una fame da record
Un team di ricercatori internazionali ha creato la sua carta d'identità
Un mostro galattico ma gli scienziati non sanno come sia nato
J2157 è il più affamato ma non il più grande