Scoperta la galassia più lontana di sempre, è mistero sulla sua formazione

Foto
Il National Radio Astronomy Observatory ha scoperto la galassia più lontana di sempre: si chiama Wolfe Disk ed è simile alla Via Lattea
- - Ultimo aggiornamento
loading

E’ stata soprannominata ‘Wolfe Disk’ ed è la galassia più lontana di sempre mai rilevata fino ad oggi. E’ simile al sistema della Via Lattea, la galassia in cui si trova il nostro sistema solare, ma la sua formazione è ancora un mistero.

Scoperta la galassia più lontana di sempre, è mistero sulla sua formazione

Leggi anche: >> TRA POCHI GIORNI POTREMO AMMIRARE L’ECLISSI PIÙ SPECIALE DEL 2020: ECCO COSA SUCCEDERÀ IN CIELO CON LA “LUNA DELLE FRAGOLE”

L’Universo non smette di stupirci e regalare nuove affascinanti scoperte: è il caso di DLA0817g, la galassia più lontana di sempre mai osservata fino ad oggi. E’ stata individuata dal National Radio Astronomy Observatory utilizzando l’Atacama Large Millimeter submillimeter Array (ALMA).

Si tratta di una galassia a forma di disco rotante, formatasi circa 1,5 miliardi di anni dopo il Big Bang. Ha una massa più grande del nostro Sole di circa 72 miliardi di volte e per vederla, gli scienziati si sono spinti ad oltre 12,5 miliardi di anni luce. Inoltre DLA0187g gira ad una velocità di 272 km, simile a quella della Via Lattea.

100 miliardi di galassie..ma lei è la più antica

Si stima che nell’Universo ci siano più di 100 miliardi di galassie osservabili, ma questa è la più antica e più grande mai osservata fino ad oggi. Una scoperta molto importante nel mondo scientifico perché potrebbe gettare un’ulteriore luce su come si siano formate.

Fino ad oggi era stato osservato che la maggior parte delle galassie mostrava un disco ben formato a 4-6 miliardi di anni dal Big Bang. Wolfe Disk, così soprannominata in onore dell’astronomo Arthur M. Wolfe, si sarebbe formata invece quando l’Universo era molto giovane (aveva circa il 10% della sua età stimata intorno ai 13,8 miliardi di anni) e questo getta nuova luce sui processi di crescita delle galassie.

“Alcuni studi precedenti avevano suggerito l’esistenza di queste galassie a disco precoci, ricche di gas e in rotazione, ma grazie ad Alma ora abbiamo prove inequivocabili della loro esistenza già 1.5 miliardi di anni dopo il Big Bang – ha spiegato Marcel Neeleman, astronomo del Max Planck Institute for Astronomy in Germania e coordinatore dello studio. –  La maggior parte delle galassie che troviamo nelle prime fasi dell’Universo assomigliano a ‘disastri ferroviari’ perché sono state oggetto di una fusione frequente e disordinata. Queste fusioni a caldo rendono difficile formare dischi ben ordinati, rotanti a freddo, come si osservano nel nostro attuale Universo”.

Il mistero sulla sua formazione

La scoperta di Wolfe Disk ha dello straordinario e getta una nuova luce su come si possano essere formate le galassie. Gli astronomi si interrogano infatti su come sia possibile che una massa così grande di gas abbia potuto assemblarsi mantenendo abbastanza stabile la rotazione. Marcel Neeleman ha spiegato che le galassie che si trovano nelle prime fasi dell’Universo, assomigliano a ‘disastri ferroviari’ perché sono state oggetto di una fusione frequente e disordinata. Queste fusioni a caldo rendono difficile formare dischi ben ordinati, rotanti a freddo, come si osservano nel nostro attuale Universo”.

L’osservazione di questa nuova galassia, apre quindi nuovi scenari e nuovi misteri.

“Riteniamo che la Wolfe Disk sia cresciuta principalmente attraverso l’apporto costante di gas freddo – ha spiegato J. Xavier Prochaska, dell’Università della California a Santa Cruz, uno dei ricercatori dello studio. – Tuttavia, una delle questioni che rimane aperta è come sia possibile assemblare una massa di gas così grande mantenendo, al tempo stesso, relativamente stabile un disco in rotazione”.

Crediti foto@Shutterstock

Guarda la photogallery
Scoperta la galassia più lontana mai vista fino ad oggi
Si tratta di DLA0817g soprannominata Wolfe Disk
Una galassia a disco rotante formatasi quando l'Universo era molto giovane
La scoperta di Wolfe Disk ha dello straordinario
+1