Belve, Adriana Faranda su Aldo Moro: “Ho contribuito alla sua morte, ma mi sentivo in guerra”

Foto
“Ho contribuito alla morte di Moro, ma quelle erano le regole di ingaggio”. Così l’ex brigatista Adriana Faranda descrive alla giornalista Francesca Fagnani la sua partecipazione […]
- - Ultimo aggiornamento
loading

“Ho contribuito alla morte di Moro, ma quelle erano le regole di ingaggio”. Così l’ex brigatista Adriana Faranda descrive alla giornalista Francesca Fagnani la sua partecipazione al sequestro di Aldo Moro. Tutta la verità della Faranda verrà raccontata mercoledì 14 marzo alle 23:30 sul canale NOVE di Discovery Italia: il programma si chiama Belve e ha come protagoniste donne straordinarie che si raccontano alla giornalista Francesca Fagnani, mostrando, senza filtri, i lati più volitivi del proprio carattere. Sono Belve che non è necessario amare, ma che vale la pena ascoltare perché nel vissuto di ogni singola donna che ha accettato di raccontarsi c’è una rappresentazione del mondo che loro stesse hanno contribuito a creare.

MEGHAN MARKLE, LE BOZZE DELL’ABITO DA SPOSA

Oltre alla matrimonialista più famosa d’Italia, Annamaria Bernardini de Pace, ospite della prima puntata l’ex brigatista rossa Adriana Faranda, che partecipò al rapimento di Aldo Moro esattamente 40 anni fa. Ricostruendo il clima degli Anni di Piombo attraverso le dichiarazioni di un’altra brigatista, Barbara Balzerani, che, come la Faranda, partecipò al piano di sequestro del presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro, la Fagnani chiede: “Balzerani ha detto: ‘Non mi ritengo un’assassina’ perché quella era una guerra e le regole di ingaggio erano quelle. Lei, invece, si giudica un’assassina?”. “E’ duro rispondere a questa domanda”, replica l’ex compagna di Valerio Morucci, arrestata insieme a lui il 30 maggio 1979 e dissociatasi dal terrorismo negli Anni Ottanta – “Dal punto di vista umano, per come la vedo adesso, sì. So di aver contribuito all’uccisione di persone, però è vero anche che noi in quel momento ci sentivamo in guerra”. E, “al di là del fatto che questo sentirsi in guerra fosse reale o meno, noi – conclude la Faranda – la vivevamo così: e la guerra è spietata, la guerra è cinica, la guerra uccide”.

Francesca Fagnani ha realizzato, da inviata, numerosi documentari e inchieste per diversi programmi d’attualità e informazione. Tra cui Servizio Pubblico (La7), Annozero (Rai2), Ballaró (Rai3). Tra gli ultimi lavori i reportage per Italia di Michele Santoro (Rai2) ‘La botta’, sulle piazze di spaccio nelle periferie romane e ‘Tutti ricchi per una notte’.

“BELVE” (8 episodi da 30’) è una serie originale prodotta da Loft Produzioni per Discovery Italia e saràdisponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). NOVE è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.

Belve Adriana Faranda Aldo Moro
Guarda la photogallery
Belve, l'intervista ad Adriana Faranda
Belve, storie di donne straordinarie
Adriana Faranda: Era come essere in guerra
Belve, tutti gli appuntamenti