Meghan Markle, la rivelazione sui problemi mentali: così Harry l’ha salvata

Meghan ne ha parlato nell'ultimo episodio del suo podcast per Spotify, "Archetypes". Ecco che cosa ha rivelato
- - Ultimo aggiornamento
loading

Meghan Markle ha parlato della propria salute mentale durante l’ultimo episodio del suo podcast Archetypes su Spotify. La duchessa del Sussex non ha nascosto di aver chiesto aiuto a un terapeuta quando era nel suo “punto peggiore”. Ha detto che è stato solo dopo che suo marito, il principe Harry, le ha trovato un riferimento da contattare.

LEGGI ANCHE : >> Harry e Meghan donano 1 milione di dollari: a chi va la cifra stellare

Il podcast di Meghan Markle

Nell’ultimo episodio di Archetypes, intitolato “The Decoding of Crazy”, Meghan Markle ha parlato con l’attrice indiana Deepika Padukone, la comica americana Jenny Slate e l’attrice americana Constance Wu. L’episodio si è concentrato sugli stereotipi sulla salute mentale e sulle etichette negative che vengono assegnate alle donne che ne hanno parlato.

La rivelazione sui problemi mentali

Meghan, 41 anni, ha detto che ricorda di essere stata nel suo “momento peggiore” quando Harry le ha trovato un riferimento e alla fine si è messa in contatto con un terapeuta. E poi ha raccontato la sua stessa storia: “Mio marito aveva trovato un contatto e ho chiamato questa donna, lei non sapeva che la stessi chiamando, era al negozio di alimentari, ho sentito il ‘bip bip’ e ho detto ‘Ciao’, e mi sono presentata. E ho avvertito che si stesse chiedendo chi fossi e nel dirle che avevo bisogno di aiuto ha potuto sentire il terribile stato in cui mi trovavo. Ma penso che spetta a tutti noi essere davvero onesti su ciò di cui si ha bisogno e non aver paura di chiederlo”.

L’episodio si è aperto con Meghan che ha detto agli ascoltatori: “Alza la mano se sei mai stato chiamato pazzo o isterico. Folle, fuori di testa, completamente irrazionale, ok? Hai capito […] Quanti di noi hanno le mani alzate? A proposito, anche io!”. La Markle ha aggiunto: “Chiamare qualcuno pazzo o isterico respinge completamente la sua esperienza e minimizza ciò che sta provando […]”.

Foto: Kikapress