In Corea siamo tutti di un anno più vecchi

Foto
Nel paese orientale si inizia a contare l'età non dalla nascita, ma dal concepimento: i 9 mesi di gestazione sono arrotondati a 12 e alla data di nascita si aggiunge automaticamente un anno. C'è qualcuno che vorrebbe cambiare le cose (stanco forse di sentirsi un anno più vecchio del resto del mondo?)
- - Ultimo aggiornamento
In Corea siamo tutti di un anno più vecchi

La Corea è un paese straordinario, ricco di cultura, storia e tradizione: per alcuni versi così distante da noi da sembrare su un altro pianeta. Nel vero senso della parola, visto che anche il tempo sembra scorrere diversamente nella penisola dell’Estremo Oriente: tutti noi, in Corea, abbiamo un anno in più.

Secondo i coreani la persona inizia ad esistere nel momento del suo concepimento e non quando nasce: per questa ragione all’anno di nascita va aggiunto d’ufficio un altro anno. Anche se la gestazione è di 9 mesi viene infatti arrotondata ad un anno, tanto per semplificare le cose.

Leggi anche: Come risolvere il problema dei senzatetto: questo paese ci è riuscito 

Capite bene che qui siamo al di là dell’antico dilemma degli anni che si “compiono” e dell’anno in cui “si entra”, antico enigma da tavolata festiva in cui nonni e zii si sono sempre dilungati: nel mondo occidentale, più o meno, si tende ad accollarsi gli anni quando effettivamente si compiono, i più strenui continuano a dichiarare un anno in meno fino al giorno prima del proprio compleanno.

Il giorno compleanno, per forza di cose, in Corea non è così importante: è molto più importante l’anno di nascita, che sancisce lo scatto d’età automaticamente. A Capodanno quindi è un po’ il compleanno di tutti (anche qui, attenzione: i coreani festeggiano il nostro Capodanno, 1 gennaio, ma anche quello coreano che cade nel giorno del secondo novilunio dopo il solstizio d’inverno).

Leggi anche: 10 cose da vedere a Praga, la città delle 100 torri

In Corea si decidono anche le amicizie in base all’anno di nascita: in genere la cerchia di amici più stretti di un coreano è formata da persone nate lo stesso anno. E all’età viene data una rilevanza particolare, perchè in base a quella ci si orienta nei rapporti con l’altro e soprattutto nelle formalità da mantenere: in genere una delle prime domande che un coreano pone all’altro in fase di conoscenza è proprio “qual è il tuo anno di nascita?”

C’è anche chi vorrebbe cambiare le cose: un piccolo partito di opposizione sud-coreano ha proposto di cambiare questo sistema ed uniformare il conteggio degli anni al resto del mondo. Ci riuscirà?

Guarda la photogallery
In Corea siamo un anno più vecchi
I coreani iniziano a contare dal concepimento gli anni di vita
Capodanno (gregoriano) compleanno di tutti
Amicizie in base all'anno di nascita