Siamo tutti pettegoli: tutti i luoghi comuni (falsi) sul gossip

Le donne sono più pettegole degli uomini? Sono più chiacchierone le persone anziane o le giovani? E ancora: una parrucchiera è più pettegola di un idraulico?

Le donne sono più pettegole degli uomini? Sono più chiacchierone le persone anziane o le giovani? E ancora: una parrucchiera è più pettegola di un idraulico? Questi sono solo alcuni dei luoghi comuni sul “gossip”, inteso come il parlare e lo sparlare dei fatti altrui: nell’accezione gossippara si parla soprattutto di personaggi famosi, ma in realtà la ricerca del team dell’Università di Riverside, California, si è concentrata invece sulla propensione alla chiacchiera della persona comune, su amici e conoscenti.

E i risultati sono molto interessanti: le donne ad esempio non passano affatto più tempo a spettegolare rispetto agli uomini. La chiacchiera è un’attività trasversale, che interessa entrambe i sessi e tutte le fasce d’età, e che occupa in media ben 52 minuti al giorno.Lo studio con i risultati di questa ricerca è stato appena pubblicato sulla rivista Social Psychological and Personality Science.

Leggi anche: Credi nei numeri? Dimmi che giorno sei nato e ti dirò chi sei

La ricerca si è occupata del gossip in modo scientifico, quindi tralasciando il contenuto delle chiacchiere: per identificare l’attività è sufficiente che si parli di qualcuno non presente. Ma anche il tono della conversazione è stato esaminato, vediamo come.

I ricercatori hanno passato in rassegna i dati provenienti da altri 5 studi, che hanno coinvolto in tutto 476 persone, 269 donne e 198 uomini, tra i 18 e i 58 anni di età. Ai partecipanti è stato fatto indossare un dispositivo portatile che registra le conversazioni sostenute durante la giornata (il 10% in maniera casuale, così da non incidere troppo sul risultato). I pettegolezzi registrati sono stati divisi per giudizio (positivo, negativo o neutrale), per soggetto (conoscente o vip) e per argomento, come per esempio informazioni generali o sull’aspetto fisico.

Il 14% delle conversazioni registrate sono state pettegolezzi: i famosi 52 minuti al giorno. Circa i tre quarti dei pettegolezzi erano di tono neutrale, dato che sfata anche il mito del pettegolezzo sempre e comunque maligno. Il tono negativo batte comunque quello positivo (604 le conversazioni in tono negativo rispetto alle 376 in positivo). Le donne non sono più propense al gossip, ma rispetto all’uomo si scambianoi più informazioni: infine, protagonisti delle conversazioni non sono quasi mai personaggi famosi, ma sempre amici e conoscenti (3.292 casi rispetto ai soli 369)

Il gossip riguarda tutti: giovani e vecchi, istruiti e non, uomini e donne, al di là dell’estrazione sociale e del lavoro che si svolge. Nessuno può permettersi di fare lo snob, almeno che non possa dimostrare di appartenere alla (inesistente) categoria di chi non parla degli assenti!

 

Loading...

Può interessarti anche