I diari della motocicletta: curiosità sul film del giovane Che

Il 2 ottobre in occasione del cinquantesimo anniversario dalla scomparsa di Ernesto "Che" Guevara, Paramount Channel trasmetterà 'I Diari della motocicletta'
- - Ultimo aggiornamento

I diari della motocicletta: curiosità sul film del giovane Che

Lunedì 2 ottobre, in occasione del cinquantesimo anniversario della scomparsa del rivoluzionario argentino Ernesto Che Guevara, Paramount Channel (Canale 27 del digitale terrestre) trasmetterà in prima serata il film I diari della motocicletta, alle ore 21.15.

Tratto dai diari personali di viaggio di Guevara (Latinoamericana. Un diario per un viaggio in motocicletta), il film ripercorre gli avvenimenti della sua gioventù. Prima di diventare il condottiero che tutti conosciamo, Ernesto Guevara è un giovane studente di medicina. Insieme all’amico Alberto Granado decide di partire per un viaggio in motocicletta. I due attraversano tutto il Sud America a bordo della sgangherata Poderosa, toccando con mano le gravi condizioni di povertà del popolo latino-americano. Tappe fondamentali della loro traversata sono Machu Picchu ed il lebbrosario di San Pablo.

Il film è stato proiettato per la prima volta nel 2004, per la regia di Walter Salles e interpretato da Gael Garcia Bernal e Rodrigo de la Serna. Ecco cinque curiosità sulla pellicola:

ALBERTO GRANADO – Ancora vivente nel 2004, l’amico giovanile di Ernesto Guevara partecipò al film in qualità di consulente, aiutando la produzione con i propri ricordi della traversata transamericana. La pellicola si chiude con un primo piano dello stesso Granado, all’epoca 82-enne. È morto a L’Avana (Cuba) il 5 marzo 2011.

RODRIGO DE LA SERNA – Per pura coincidenza, l’attore che interpreta Alberto Granado è in realtà parente alla lontana del vero Ernesto Guevara. De La Serna condivide infatti il cognome della madre del Che, Celia De La Serna.

GAEL GARCIA BERNAL – L’interprete del giovane Fuser ha interpretato il rivoluzionario argentino anche in un’altra occasione: nella fiction televisiva americana Fidel – La storia di un mito del 2002, diretta da David Attwood.

LE LOCATION DEL FILM – Il film è stato girato in tutta l’America Latina, tenendo conto delle numerose tappe del vero viaggio di Granado e Guevara. Le riprese si sono svolte in sei paesi: Argentina, Cile, Colombia, Cuba, Perù e Venezuela.

AL OTRO LADO DEL RIO – Il pezzo ha vinto il Premio Oscar 2005 per la miglior canzone. Scritta e interpretata dall’uruguayano Jorge Drexler, Al otro lado del rio è stata la prima canzone in lingua spagnola a ricevere tale premio. Alla cerimonia degli Oscar, data la scarsa fama di cui godeva Drexler negli USA, fu eseguita dai più celebri Antonio Banderas e Carlos Santana, causando lo sdegno di numerosi artisti sudamericani. Drexler rispose alle polemiche intonando la canzone durante il discorso di ringraziamento.