Visual Memory Maps: sguardi dai borghi di domani

L’ass La cetra di Apollo, vincitrice del bando della Regione Lazio Vitamina G ci porta a indagare i borghi laziali con la macchina da presa
-
Visual Memory Maps: sguardi dai borghi di domani

Riattivare, riscrivere e rilanciare i borghi del Lazio attraverso uno sguardo e un punto di vista nuovo, cioè quello dei filmmaker Under35: questo l’obiettivo del progetto “Visual Memory Maps: Sguardi dai borghi di domani” dell’Associazione giovanile La Cetra di Apollo, vincitore del bando VitaminaG nell’ambito del programma GenerazioniGiovani.it finanziato dalle Politiche Giovanili della Regione Lazio con il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù.

Visual Memory Maps: scopriamo il progetto vincitore di VitaminaG

I 5 componenti dell’associazione che ha vinto il bando sono ragazzi e ragazze Under35 accomunati dalla passione per il cinema e per l’audiovisivo e con Visual Memory Maps intendono sviluppare un incubatore di un’idea progettuale più ampia. Si tratta della nascita di una start-up interessata alla produzione audiovisiva artistica che agisca sul territorio in maniera innovativa, integrando diverse forme d’arte visiva.

Leggi anche : >> MI DICI IL TUO NOME, COSÌ LA REGIONE LAZIO PROMUOVE INCLUSIONE E DIVERSITÀ

L’obiettivo, dunque, è il racconto complesso e tridimensionale di un mondo non esclusivamente legato ad un passato cristallizzato, ma radicato nel presente e nell’attualità.

L’innovativo progetto si propone così di riscrivere e rilanciare, in modo sostenibile, la narrazione e l’immagine dei borghi laziali, realizzando prodotti audiovisivi ed installazioni videoartistiche in grado di offrire soluzioni innovative per il rilancio del turismo nel Lazio post Covid-19.

Attraverso la selezione di sei filmmaker Under35 ed il percorso di formazione multidisciplinare e di sperimentazione audiovisiva, con Visual Memory Maps si vuole sperimentare un nuovo modello produttivo volto ad unire il talento dei giovani e le conoscenze delle comunità locali nei processi creativi volti alla valorizzazione del territorio. 

L’attività di produzione delle opere audiovisive, infatti, includerà gli abitanti del territorio, coinvolti attivamente nel processo di creazione artistica e partecipi nella narrazione-rappresentazione del territorio.

La prossima fase del progetto consiste nella residenza artistica di 10 giorni (da venerdì 1 a domenica 10 aprile) presso il Comune di Subiaco dei sei giovani filmmaker che dovranno realizzare due prodotti audiovisivi partecipati capaci di raccontare in modo inedito il territorio. Dopo la fase di post-produzione, le opere verranno presentate alla comunità durante un evento a Subiaco e successivamente in un evento al Nuovo Cinema Aquila a Roma.

Foto_Associazione La Cetra di Apollo via Comunicazione GenerAzioni Giovani