Estate 2022, torna Itinerario Giovani: sapori, storia e slow turism nel Lazio

Cultura e biodiversità, sapori, dialetti, tradizioni nel segno dello slow tourism: la Regione Lazio punta sugli ostelli riqualificati
-
Estate 2022, torna Itinerario Giovani: sapori, storia e slow turism nel Lazio

Per l’estate 2022 la Regione Lazio rilancia il proprio territorio, ampio e vario, andando a ridisegnare una vera e propria mappa con Itinerario Giovani, iniziativa del programma GenerAzioniGiovani.it, con il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Lo scopo del progetto è ricercare piccole realtà locali non ancora esplorate, di nuove dimensioni vissute con rinnovati tempi e nuovi sguardi

Itinerario Giovani, la mappa degli ostelli riqualificati nel Lazio

Avete mai sognato di soggiornare in una residenza nobiliare di inizio ‘900 all’interno di un Parco naturale? O di esplorare vie antiche e storiche del Lazio scoprendone le delizie eno-gastronomiche e le tradizioni culturali? La Regione Lazio si apre allo slow tourism, grazie alla riqualificazione di pregevoli scorci e dimore secolari del territorio.

Una ristrutturazione notevole quella messa in atto nel progetto supportato da Zingaretti e dalla sua squadra per valorizzare il territorio laziale in ottica inclusiva, U35 friendly e per regalare nuove esperienze di slow turism.

Leggi anche : >> ITINERARIO GIOVANI, L’OSTELLO IN ROSA DI TORRE ALFINA RIQUALIFICATO DALLA REGIONE LAZIO

Si punta alla biodiversità, alla cultura, all’enogastronomia e alla storia come garanzia di un viaggio senza precedenti, unico nei suoi scenari e nella sua varietà.

Il percorso di Itinerario Giovani da Gaeta alla Tuscia

Partendo dal mare di Gaeta e attraversando la regione – con immancabile sosta a Roma – per terminare il viaggio nella Tuscia, terra ricca di storia al confine con la Toscana, ci si riappropria di spazi che, dopo anni di disuso o altre destinazioni, sono stati riqualificati dalla Regione, dai Comuni e dagli enti parchi e che saranno gestiti da organizzazioni under 35  “a misura” di under35.

Le strutture riqualificate sono: l’Ostello del Golfo di Gaeta, l’Ostello Ossigeno di Itri (Latina) che occupa e riveste le stanze di Villa Iaccarini – residenza nobiliare di inizio Novecento nel Parco dei Monti Aurunci, l’eco-Ostello Ossigeno, l’Ostello Colle Mordani a Trevi nel Lazio (Frosinone), il Centro di Sosta ideato da Officine CreAttive nel cuore di Zagarolo e ancora il Centro di Sosta Tevere Point, l’ostello Orsini di Configni (Rieti).

Poi a Caprarola sorge l’Ostello Farnese all’interno del Palazzo Farnese, è anche possibile visitare il nuovo Ronciglione Hub, punto di partenza per godersi il Lago di Vico e la natura che lo abbraccia, mentre la Casa del Vento è il nuovo centro turistico che vi ospiterà a Bagnoregio, per concludere presso l’Ostello Podernovo ad Acquapendente, nel cuore della Tuscia.

Foto: Civita di Bagnoregio_Lazio In Tour Regione Lazio via Comunicazione GenerAzioni Giovani