Claire Audrin torna con Hybrido: “Canzoni sincere e autobiografiche”

Dopo l’esperienza per le strade di Londra e la vittora a LAZIOSound, Claire Audrin esce con il secondo album, Hybrido
-
Claire Audrin torna con Hybrido: “Canzoni sincere e autobiografiche”

È disponibile dal 10 giugno 2022 su tutte le piattaforme Hybrido il secondo album di Claire Audrin, prodotto da Alberto Salini per Giallo Ocra: un album cosmopolita, fluido, contemporaneo, in grado di mettere in dialogo stili e sonorità differenti per un viaggio tradotto in musica in cui le emozioni, i linguaggi e gli scenari attraversati dalla giovane cantautrice si mescolano fra loro.

Claire Audrin ci racconta Hybrido

Un incrocio di tecniche e stili, di sensazioni, pensieri e energie, attraverso 8 brani e una bonus track per raccontare storie diverse con stili diversi.

Leggi anche : >> CLAIRE AUDRIN, ECCO IL PRIMO SINGOLO – “SOSPESA” – DOPO AVER VINTO IL LAZIOSOUND 2021

La cantautrice che “suonava gli oggetti”, torna dopo l’esperienza per le strade di Londra, la vittoria del LAZIOSound e le grandi collaborazioni con Ermal Meta, Fulminacci, Gio Evan e Leo Gassman, e si sente più che mai libera di mixare, in Hybrido, inglese e italiano, diverse atmosfere sonore e altrettanti scenari interiori raccontati con maturità, ricercatezza e assoluta sincerità:

“Ho scritto molto liberamente e sono tutte canzoni molto sincere e autobiografiche. Il brano “Viaggio” proviene dal periodo del lockdown e rappresenta un mio viaggio mentale ed interiore in quel momento in cui ho vissuto molti sbalzi d’umore”.

“Sto iniziando ad avere una mia identità musicale, ma ancora non ho raggiunto il mio sound: in questo disco ho sperimentato diversi generi, credo di sentirmi molto a mio agio nelle soundtrack e quando ho scritto il testo di “Valley” ho trovato ispirazione nei paeseggi della Scozia. Per me immagine e suono viaggiano parallelamente”.

La giovane Claire Audrin racconta la vita di una ragazza di oggi che come tanti sta cercando un modo per esprimere se stessa e trovare il suo ruolo. Ruolo che la cantautrice ha già su Spotify che la inserisce nelle playlist Equal e Scuola Indie.

Hybrido: folk, elettronica e sapore di libertà

Dal pop alternative di “Sospesa” e “Tra le onde” allo stile soundtrack di “Viaggio”, “Tu” e “30 milioni di secondi”, alla dimensione acustica di “Valley”, l’impronta inconfondibile del songwriting di Claire si sposa con un sound che coniuga il folk e l’elettronica. Un album che che conferma l’identità musicale dell’artista, eccellenza musicale riconosciuta grazie alla vittoria, nel 2021, del contest organizzato da Regione Lazio “LAZIOSound”, che le è valso in premio la produzione di questo stesso album.

“Il prossimo passo – ci anticipa Claire –  è tornare a suonare live e mi piacerebbe anche sincronizzare la mia musica su opere audiovisive; inoltre mi piacerebbe scrivere per gli altri e ciò mi sta aprendo la mente a livello musicale e sono convinta che questo nuovo impegno possa definire ancor di più ciò che sono”.

Foto: Edoardo Guerrazzi via HF4