Galli: “In grado di gestire i focolai, ma guardia alta” 

“I numeri attuali dei contagi sono dovuti a focolai isolati che si accendono in varie parti della penisola. Sottolineano che il virus c’è, continua a […]
- - Ultimo aggiornamento

“I numeri attuali dei contagi sono dovuti a focolai isolati che si accendono in varie parti della penisola. Sottolineano che il virus c’è, continua a serpeggiare, senza diffondersi come in un recente passato”. Così Massimo Galli, direttore del reparto di Malattie infettive all’ospedale Sacco di Milano, commenta in un’intervista al ‘Quotidiano nazionale’ i contagi di Covid nel nostro Paese, in crescita da qualche giorno.  

“Teniamo alta l’attenzione per evitare sorprese”, sottolinea. “Tutto sta nella capacità di individuare tempestivamente la presenza del virus. Non è ancora il momento in cui possiamo permetterci treni e mezzi di trasporto stipati”, avverte l’infettivologo invitando, in vista della riapertura delle scuole, a trovare mezzi di trasporto alternativi.