Inaugurata a Roma la Venere della Prevenzione, il murales a sostegno della lotta al tumore al seno

Foto
Svelato nel cuore di Garbatella, l’ecomurales di Carlos Atoche #AMORETCURA in favore della lotta ai tumori al seno che ricorda alle donne l’importanza della cura di sé e della prevenzione
- - Ultimo aggiornamento
loading

La Garbatella si tinge di nuovi colori, potenti sfumature del magenta, per dar voce al messaggio dello street artist cileno Carlos Atoche e alla sua nuova opera, #AMORETCURA, la Venere della Prevenzione: un ecomurales realizzato con vernice mangia-smog di Yourban2030 dove si svela il seno di Afrodite, simbolo della resilienza femminile.

La Venere della Prevenzione si svela a Garbatella e ci ricorda che la diagnosi precoce è fondamentale

La dea “rappresenta la potenza irresistibile dell’amore” scrive Platone e in questo caso l’amore verso se stesse e il proprio benessere psico-fisico supportato dal ruolo fondamentale che ricopre la prevenzione. Il progetto a favore di Susan G. Komen Italia che da oltre 20 anni lavora senza sosta per la lotta ai tumori al seno, vuole essere un monito per tutte le donne che – citando l’artista – “resistono in un mondo patriarcale ed ostile”.

“Così attraverso i secoli, oggi come ieri, ogni “Venere” ha conquistato diritti e spazi negati, combattendo non solo per liberarsi dalle regole maschiliste imposte dal sistema, ma soprattutto per ritrovare un equilibrio all’interno del proprio mondo interiore”.

L’opera #AMORETCURA si deve all’impegno importante del gruppo McArturGlen che sostiene Komen Italia da 3 anni e dove – ricorda Enrico Biancato, centre manager di Castel Romano Designer Outlet – “oltre il 70% delle persone che lavorano nei nostri Centri è donna”.

La fama della Susan G. Komen Italia, organizzazione basata sul volontariato in prima linea nella lotta ai tumori del seno su tutto il territorio nazionale, è ben nota sin dagli inizi del 2000 e ad oggi ha investito 21milioni di euro perché la prevenzione può davvero salvare la vita e la diagnosi precoce è un’arma potentissima contro il cancro.

Venere della Prevenzione, l’ecomurales con vernice mangia-smog

Potente quanto il ruolo dell’arte, fortemente terapeutico secondo il Prof. Riccardo Masetti, direttore del Centro di Senologia della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma.

Il luminare, che è anche Presidente di Komen Italia, lancia per il bene di tutte le donne un appello all’unità da parte del mondo della salute e della cultura: “Per superare più rapidamente i tanti problemi creati dall’emergenza sanitaria è fondamentale unire le forze”. La Venere della Prevenzione è dunque “simbolo universale della bellezza, unisce riqualificazione urbana e promozione della salute femminile”.

Il murales di Atoche declina il concetto di prevenzione a più livelli, come ricordano Veronica De Angelis e Maura Crudeli, presidente e vicepresidente di Yourban 2030: “L’opera stessa si fa prevenzione concreta, ripulendo l’aria da quelle emissioni che pregiudicano fortemente la salute” grazie all’uso di pittura Airlite, in grado di trasformare ogni parete in un depuratore naturale, riducendo gli ossidi di azoto e ‘mangiando lo smog‘.

Guarda la photogallery
Venere della Prevenzione, il murales che combatte smog e tumore al seno
Venere della Prevenzione, il murales che combatte smog e tumore al seno
Venere della Prevenzione, il murales che combatte smog e tumore al seno
Venere della Prevenzione, il murales che combatte smog e tumore al seno
Loading...