Torna la Sala Web alla 73. Mostra di Venezia

Torna la Sala Web alla 73. Mostra di Venezia Dopo il grande successo delle precedenti edizioni torna, per il quinto anno, un'importante inziativa della Biennale […]
- - Ultimo aggiornamento

Torna la Sala Web alla 73. Mostra di Venezia

Dopo il grande successo delle precedenti edizioni torna, per il quinto anno, un'importante inziativa della Biennale di Venezia: la Sala Web di Mymovieslive.

La Sala Web permette la visione online in tutto il mondo i film più significativi della Selezione Ufficiale della Mostra del Cinema per 5 giorni, a partire da quello in cui verranno presentati in prima mondiale al Lido.

18 lungometraggi, di cui 11 della sezione Orizzonti, quattro di Biennale College – Cinema, uno del Cinema nel Giardino, uno del Programma speciale e uno Fuori Concorso, formano il ricco programma in prima mondiale della Sala Web della 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica 2016. Dal 18 agosto si può acquistare il biglietto o il pass digitale per i 18 film della Sala Web, dal sito della Biennale di Venezia (www.biennale.org)

Per la prima volta invece, la Sala Web presenta anche film di altre sezioni come El Vendedor De Orquideas programma speciale) del Leone D'Oro 2015 di Lorenzo Vigas. Rinomati registi quali il cinese Wang Bing o l'iraniano Parviz Shahbazi andranno ad arricchire una programmazione che comprende anche le ultime opere di Tim Sutton, Gastòn Solnicki, Peter Brosens e Jessica Woodworth, questi ultimi in concorso alla Mostra 2012 con La Quinta Stagione.

Fra i titoli disponibili online sono inclusi 5 attesi film italiani: Il più grande sogno di Michele Vannucci (Orizzonti), Liberami di Federica Di Giacomo (Orizzonti), Franca: Chaos and Creation di Francesco Carrozzini (Cinema nel Giardino), Orecchie di Alessandro Aronadio (Biennale College – Cinema), Our War di Bruno Chiaravalloti, Claudio Jampaglia, Benedetta Argentieri (Fuori Concorso).

Nella programmazione della Sala Web presenti anche quattro titoli realizzati nell'ambito di Biennale College – Cinema, il laboratorio di alta formazione per lo sviluppo e la produzione di lungometraggi a micro-budget, che dal 2012 ha lanciato talenti emergenti quali Rania Attieh & Daniel Garcia con H. nel 2014, e Anna Rose Holmer con THE FITS nel 2015.

La 5. edizione della Sala Web sarà un'occasione non solo per gli appassionati di cinema, ma anche per i registi che avranno la possibilità di far incontrare i loro film con un pubblico di cinefili in cerca di sorprese artistiche.

"Siamo convinti che i festival del cinema possono trovare sempre nuove modalità per raggiungere il pubblico internazionale – ha dichiarato il direttore della Mostra Alberto Barbera – in particolare grazie alle nuove tecnologie. La Sala Web è un esempio importante, che permette ai registi di trovare un pubblico aldilà di tutte le frontiere, un fatto impossibile solo pochi anni fa. La Mostra di Venezia, che è il più antico festival nella storia del cinema, deve far parte del racconto di questa nuova storia".

Le proiezioni, per conto della Mostra, saranno collocate per il territorio internazionale sul sito protetto operato da Festival Scope (www.festivalscope.com), mentre per quello geolocalizzato al territorio italiano da MYmovies.it e Repubblica.it sulla piattaforma MYMOVIESLIVE – Nuovo Cinema Repubblica (http://mymovieslive.repubblica.it).

Per le proiezioni sul territorio internazionale, sarà possibile acquistare il biglietto digitale nel mese di agosto sul sito web della Biennale www.labiennale.org e sul sito www.festivalscope.com. Per il pubblico internazionale, i biglietti a disposizione per ogni film sono 400. Si potrà accedere alla proiezione del film prescelto dopo aver effettuato una registrazione, pagato il biglietto singolo (4 euro) oppure un pass per 5 film (10 euro) che consentirà una visione non ripetibile. Ciascun titolo (in versione originale con sottotitoli in inglese) sarà disponibile per la visione in streaming nell’arco di 10 giorni a partire dalle ore 21 (ora italiana) del giorno della presentazione ufficiale del film al Lido.

Per accedere invece alle versioni sul territorio italiano pubblicate su MYMOVIESLIVE – Nuovo Cinema Repubblica (con i sottotitoli in italiano) basterà attivare o avere già attivo un abbonamento trimestrale o annuale su MYMOVIESLIVE! nella fascia di prezzo a partire da 17,90 €. Per il pubblico italiano i biglietti a disposizione per ogni film sono 1000.

Il programma della Sala Web della Mostra di Venenzia 2016

Orizzonti

The Eremites (Die Einsiedler), di Ronny Trocker – dal 2 settembre Germania, Austria, 110'; HOME, di Fien Troch – dal 3 settembre Belgio, 103'; King of The Belgians, di Peter Brosens, Jessica Woodworth – dal 3 settembre Belgio, Paesi Bassi, Bulgaria, 94'; Il più grande sogno, di Michele Vannucci – dal 4 settembre Italia, 97'; Maudite Poutine, di Karl Lemieux – dal 5 settembre Canada, 91'; Dark Night, di Tim Sutton – dal 6 settembre USA, 85'; KÉKSZAKÁLLÚ, di Gastón Solnicki – dal 7 settembre Argentina, 72'; Liberami, di Federica Di Giacomo – dal 7 settembre Italia, Francia, 89'; Big Big World (KOCA DÜNYA), di Reha Erdem – dal 8 settembre Turchia, 100'; Malaria, di Parviz Shahbazi – dal 9 settembre Iran, 90'; Bitter Money (KU QIAN), di Wang Bing – dal 9 settembre Hong Kong, Francia, 150'.

Biennale College

Orecchie, di Alessandro Aronadio – dal 1 settembre Italia, 90’; Hotel Salvation (MUKTI BHAWAN), di Shubhashish Bhutiani – dal 2 settembre India, 103’; The Solitude (LA SOLEDAD), di Jorge Thielen Armand – dal 3 settembre Venezuela, 89’; One Sister (UNA HERMANA), di Sofia Brockenshire, Verena Kuri – dal 4 settembre Argentina, 68’.

Cinema nel Giardino

Franca: Chaos and Creation, di Francesco Carrozzini – dal 2 settembre Italia, USA, 80’;

Programma Speciale

The Orchid Seller (EL VENDEDOR DE ORQUIDEAS), di Lorenzo Vigas – dal 8 settembre Venezuela, Messico, 75’.

Fuori Concorso

Our War, di Bruno Chiaravalloti, Claudio Jampaglia, Benedetta Argentieri – dal 9 settembre Italia, USA, 69’

Per saperne di più:
http://www.mymovies.it/live/nuovocinemarepubblica/venezia73/