Inizio scuola 2021, cosa fare se c’è un positivo in classe: i possibili scenari

Inizia la scuola 2021, tra felicità e dubbi. Cosa fare se nella classe del proprio figlio c'è un positivo al Covid o se lo è uno dei docenti? Ecco gli scenari possibili
- - Ultimo aggiornamento
loading

Il 13 Settembre ha segnato per molti alunni, l’inizio scuola 2021; circa 4 milioni di ragazzi sono tornati ad animare le aule di 10 regioni di Italia. Un giorno emozionante e importante che rappresenta un ritorno ad una quotidianità ‘dimenticata’, anche se qualche dubbio e punto interrogativo attraversa la mente soprattutto dei genitori. Se nella classe del proprio figlio c’è uno studente positivo al Covid, cosa accade?

Inizio scuola 2021, cosa fare se c’è un positivo in classe: i possibili scenari

Leggi anche: >> ATTENZIONE, SE HAI QUESTI SINTOMI ‘STRANI’ PUÒ ESSERE COLPA DEL COVID: GLI EFFETTI COLLATERALI POCO CONOSCIUTI

Fermo restando che restano valide tutte le misure di precauzione fino ad oggi adottate (distanziamento, mascherine, santificazione degli ambienti, disinfezione delle mani etc) e che le persone che manifestano i sintomi dell’infezione da Coronavirus devono farlo presente al personale preposto all’interno della scuola, nel caso in cui risulti esserci un alunno o un docente positivo nell’istituto si possono verificare diversi scenari.

Chi è vaccinato dovrà fare una quarantena di 7 giorni con test molecolare alla fine dell’isolamento.
I non vaccinati, dovranno fare 10 giorni di quarantena, con tampone tra il 10° e il 14° giorno dall’ultimo contatto con il positivo.

Leggi anche: >> VACCINO ANTI-COVID, LA TERZA DOSE È PERICOLOSA? COSA SAPPIAMO SULLE CONSEGUENZE SUL NOSTRO CORPO

Nel caso ad essere positivo fosse un docente, tutte le classi a lui relative sospenderanno la frequenza fino all’esito negativo di test antigenico/molecolare.

Crediti foto: Kikapress

Loading...