Acqua addolcita: cos’è, si può bere, fa bene? Cosa succede a pelle e capelli

Mai sentito parlare di acqua addolcita? Ecco come si ottiene e perché è fondamentale nella nostra routine di bellezza
- - Ultimo aggiornamento
loading

Mai sentito parlare di acqua addolcita? Tanti i vantaggi, in termini di soldi e qualità del prodotto, se utilizziamo questo tipo di acqua.

Uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Sheffield e del King’s College di Londra, pubblicato sul Journal of Investigative Dermatology, ha dimostrato come l’acqua dura danneggi la pelle, aumentando il rischio di infezioni e la sensibilità alle irritazioni, contribuendo potenzialmente allo sviluppo dell’eczema.

Acqua addolcita: così risparmi 500 euro all’anno

Ma cosa intendiamo per “durezza dell’acqua”? Ci si riferisce al contenuto di sali di calcio e magnesio: partendo dal presupposto che l’acqua che arriva nelle nostre case dagli acquedotti comunali è sicura e potabile, questa potrebbe essere ricca di calcio e magnesio.

Leggi anche : >> SAI DAVVERO QUANTA ACQUA DEVI BERE IN BASE ALL’ETÀ? STANNO SBAGLIANDO TUTTI, L’ERRORE COMUNE

Si tratta dei responsabili del calcare, che causa incrostazioni, danni agli elettrodomestici, maggiori consumi.

Prendersi cura in maniera costante del proprio corpo è una scelta che garantisce benefici a lungo termine. Così, abbandonare l’acqua dura e calcarea utilizzando un addolcitore d’acqua in ambito domestico, rappresenta la scelta di prevenzione più adatta a tutta la famiglia.

L’addolcitore garantisce maggiore durata alle tubazioni di casa, preserva l’impianto idraulico-sanitario e mantiene gli elettrodomestici più performanti. Il risparmio arriva, per una famiglia media di tre persone, fino a 500 euro l’anno: una cifra calcolata da Culligan, azienda leader del settore con una storia lunga oltre 80 anni. In particolare gli addolcitori d’acqua Culligan si basano su un processo che trasforma i sali di calcio e magnesio in carbonati di sodio che non provocano incrostazioni.

Acqua addolcita: come agisce su pelle e capelli

Oltre ad un notevole risparmio, capelli e pelle ne beneficieranno: se i primi appaiono più soffici e luminosi e facili da pettinare, la pelle riacquista una particolare morbidezza. L’acqua dura, infatti, è la principale responsabile della fragilità dei capelli, sui quali si formano minuscoli depositi calcarei.

Leggi anche : >> IL MAGNESIO FA DIMAGRIRE, ECCO QUALI CIBI MANGIARE E QUALI EVITARE

Avviene lo stesso anche nei pori, fattore che determina fastidi come la secchezza della pelle e conseguenze come la ruvidità al tatto. Con l’addolcimento dell’acqua la pelle risulta più liscia e luminosa, favorendo operazioni come la rasatura ma anche il risparmio in fatto di detergenti, perché l’acqua addolcita è in grado di generare abbondante schiuma e di garantire una perfetta pulizia utilizzando una quantità di prodotto pari a circa la metà di quella abituale.

Foto: Shutterstock